Il Personal Chef

Di derivazione statunitense, ma presente anche in Canada e in Inghilterra dove farsi preparare un pranzo o una cena a domicilio è di moda già da una quindicina di anni, la figura del Personal Chef comincia finalmente ad affermarsi anche in Europa prima e in Italia poi, soprattutto negli ultimi tre anni.
L’aumento della richiesta di mercato ha contribuito ovviamente anche ad un aumento dell’offerta che non si è mostrata sempre purtroppo adeguata.
Spesso infatti improvvisazione e mancanza di professionalità hanno confuso il cliente che si è trovato di fronte a figure ibride e non preparate.
Da qui l’esigenza di formare in modo serio e rigoroso, attraverso la nostra Associazione, mediante Corsi professionalizzanti, figure in grado di tenere alto il nome di questa figura emergente anche attraverso l’accettazione e la sottoscrizione di un Codice Deontologico creato ad hoc.
La figura del Personal Chef si colloca a metà strada tra un cuoco stellato e un servizio di catering solo che, a differenza di quest’ultimo, prepara la sua cena, colazione di lavoro o evento (che può essere di varia portata per genere e numero di invitati), direttamente a casa del cliente, preoccupandosi oltre che della spesa anche della mise en place e concordando il menù direttamente con il cliente che, se vorrà, potrà assistere alla preparazione di piatti arricchendo così anche le sue conoscenze in materia di cucina come se si trattasse di un vero e proprio mini Corso.
Il Personal Chef si distingue quindi per l’approccio del tutto personalizzato con il cliente che avrà parte attiva recitando un ruolo di protagonista e non di semplice spettatore in quanto impegnato nella co-creazione del suo evento quasi si trattasse di una guida pratica e spirituale.
Si tratta quindi di un servizio culinario molto interessante che sta prendendo piede in Italia catturando l’attenzione del pubblico sia perché la mancanza di tempo non permette spesso di potersi occupare in prima persona di pranzi e cene a cui si vorrebbe conferire l’elemento dell’originalità e del ricordo, che dovrebbe rimanere impresso nella mente dell’ospite, sia perché c’è spesso il desiderio che questo tipo di incontri si svolgano in un contesto più caldo e riservato quale la propria abitazione, lontano da strutture ristorative aperte al pubblico che non potrebbero garantire certamente, in modo totale discrezione e personalizzazione del servizio.
A questo si aggiungano l’elemento della qualità delle materie prime, la professionalità elevata che consente di lavorarle nel pieno rispetto garantendo la conservazione di tutti quelli che sono i principi e i valori nutrizionali e la varietà della sua cucina che può spaziare da quella tradizionale a quella vegetariana, etnica etc…
I clienti a cui si rivolge il Personal Chef non sono però solo i privati, ma anche Aziende e Istituzioni che potrebbero voler creare un evento richiedendo un servizio “tagliato su misura” che possa rispondere ad esigenze particolari.
Il Personal Chef riesce così, partendo da un bisogno di socializzazione del cliente, a costruire un percorso esperienziale insieme a lui dove la degustazione finale rimane uno dei tanti aspetti.